venerdì 31 maggio 2013

Una Notte da Leoni 3 - La recensione

Una Notte da Leoni 3 è un film di Todd Phillips, con Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis, John Goodman, Ken Jeong, Melissa McCarthy e Justin Bartha. E' il seguito di Una Notte da Leoni 2 ed il terzo capitolo (conclusivo) della saga cinematografica.


Torna sul grande schermo il nostro "branco di lupi" preferito, questa volta, però, non ci troviamo di fronte la "classica" storia di loro che non ricordano cosa è successo la notte prima, anzi, lo ricordano benissimo e alla fine vorrebbero anche dimenticarlo.
Chow è scappato dal carcere di massima sicurezza di Bangkok (dove era stato rinchiuso nel film precedente), e tocca ai nostri eroi cercarlo e farsi riconsegnare dei lingotti d'oro che aveva rubato (dopo le conseguenze del primo film) a Marshall (John Goodman), che intanto ha rapito Doug e minaccia di ucciderlo se non fanno quanto gli è stato detto.
Durante questo viaggio s'imbattono in vecchi amici, Jade e Doug "nero" (Heather Graham e Mike Epps), e in nuove conoscenze, Cassie (Melissa McCarthy), e non mancheranno battute e riferimenti ai precedenti film. Per questo motivo penso sia importante aver visto i primi due capitoli.



In generale è un film molto divertente, forse un po meno dei precedenti, ma riesce a catturare l'attenzione allo stesso modo. I personaggi sono cresciuti, si sono evoluti, e lo dimostrano durante le varie situazioni che si presentano. Alan (Zach Galifianakis) è quello che probabilmente nel finale stupisce un po tutti, anche se in fondo in fondo non cambierà mai, perchè quando uno è "fuori di melone" lo è per sempre.
Molto esilaranti le scene con Melissa McCarthy, che nonostante sia presente per poco più di 15 min, il suo personaggio riesce a rimanerti impresso.



Un bel finale, magari non "epico" come ci si aspettava, ma occhio alla fine del film, dopo i titoli di coda c'è una scena finale che da sola vale tutto il prezzo del biglietto! Ed è quella che in sala ha fatto piangere dalle risate molti spettatori (e anche la sottoscritta).

Lòisa

0 commenti:

Posta un commento